Visualizzazione post con etichetta Singapore. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Singapore. Mostra tutti i post

lunedì 17 ottobre 2011

Macabre


Titolo: Macabre
Regia: The Mo Brothers
Anno: 2009
Paese: Singapore
Giudizio: 3/5

Rumah Darah è il titolo di questo horror indonesiano che non dice nulla di nuovo sul genere ma riesce ad intrattenere molto bene e porta a casa una sequela di scene a tasso alto splatter e alcune trovate notevoli.
Un manipolo di amici trovano una fanciulla sola in mezzo ad una strada che dice di essere stata rapinata così the goodfellas (tra cui una coppia di neo-sposi con tanto di pancione) riportano a casa la giovane e vengono invitati a pranzo dalla madre con gli altri membri della famiglia.
E’difficile accettare una delle regole di questo sotto-genere ovvero lo stereotipo  secondo cui entrando in una casa e vedendo persone alquanto improbabili non si arrivi già a domandarsi quello che potrà succedere…probabilmente sfatando questa costante non ci sarebbe più il genere ma l’horror proprio per le sue varianti  e per la sua continua voglia di portarsi agli eccessi può e dovrebbe a mio parere sfatare ogni tanto qualche regola stereotipata e infatti alcune delle più grosse novità nel genere prevedono proprio questi strappi.
Macabre dal canto suo non aggiunge nulla (sembra guardandolo di vedere alcuni momenti di DUMPLING,A L’INTERIOUR e FRONTIERS) ma quello che mette in tavola è apparecchiato con mooolta grazia e senso estetico sopraffino.
Al di là di questo i fratelli Mo(Kimo Stamboel e Timo Tjahjanto) scrivono e dirigono e lo sanno fare proprio bene. A livello tecnico il film come gran parte del cinema orientale e impeccabile.
Trovano alcuni visi psichiatrici degni di nota, la famiglia di Maya, in particolare Dara e il figlio sono dei veri e propri “elementi”che vale la pena di vedere per farsi un’idea.
Alcune tematiche ritornano (la carne,il parto,i video demoniaci, la magia nera, sparatorie, sangue a fiumi, sciabole, feti in vitro,etc)che fanno di Macabre una perla del genere capace di rispondere alla domanda che se anche nel genere la trama è scontata, la genialità dei registi/sceneggiatori sta nel creare un apparato macabro e malato degno di nota.
Rigorosamente da vedere in lingua originale per ascoltare la voce di Dara e fate attenzione al fratello di Maya, un magro maestro di arti marziali e tanta altra roba fuori dall’ordinario.