giovedì 24 marzo 2016

Contracted

Titolo: Contracted
Regia: Eric England
Anno: 2013
Paese: Usa
Giudizio: 2/5

Le malattie a trasmissione sessuale colpiscono soprattutto i giovani al di sotto dei 25 anni ma Samantha sembra non ricordarsene quando ad una festa incontra un misterioso sconosciuto, con cui fa sesso senza alcuna protezione. Molto presto gli effetti di quella notte cominciano però a palesarsi: Samantha crede di aver contratto un morbo molto virulento che ben presto si rivelerà essere qualcosa di molto più terrificante di quanto immaginasse.

Moralismo di fondo o semplice baggianata?
Contracted rientra in un filone o meglio un sotto genere dell'horror che negli ultimi anni ha infarcito parecchio la prolifica filmografia di genere.
Quello delle donne che o per sfiga o per qualche malattia sessualmente trasmissibile o un virus o per un "non so bene che cosa" perdono piano piano i pezzi.
Alcune di queste davvero sono solo ore sprecate, mentre altre sotto intendono nella loro trama e nella messa in scena, concetti interessanti e anomali.
Per certi versi maleodoranti e inquietanti come è il caso di uno dei pochi davvero riusciti, vero esempio di indie THANATOMORPHOSE, qualcosa di unico nel genere che consiglio a pochi anzi pochissimi. Oppure per continuare sulla scia della perdita di se stessi, il mediocre STARRY EYES.
England sdogana per certi aspetti nell'indie il grottesco avvilente e involontario, quello che cercando di mostrare più che di dire, punta sul gore e affonda il pedale con sangue a fiumi e vermi che fuoriescono da indovinate dove.
Il finale poi è quasi imbarazzante con Samantha che rincorre la madre per fargliela pagare in mezzo ad una strada, ignara dei poliziotti che non capiscono cosa succede.
Per finire due parole sul rapporto lesbo e la ragazza di Samantha, vera punk fastidiosissima che ha tatuato sulle dita la scritta "leccami la figa". Eccessivamente fuori luogo.
Comunque possiamo dire a England di stare tranquillo. MADISON COUNTY era una vaccata peggiore di questa.